CADIPROF

PACCHETTO FAMIGLIA: UN VENTAGLIO DI PRESTAZIONI PER I DIPENDENTI :::: LEGGIMI ANCHE SUL BLOG

Via libera al Pacchetto Famiglia. Il Comitato esecutivo di Cadiprof ha approvato il Piano di assistenza socio-sanitaria a favore di famiglie e lavoro, che offre un ampio ventaglio di prestazioni aggiuntive al Piano Sanitario destinate ai lavoratori dipendenti degi studi professionali. Le prestazioni aggiuntive vanno dal rimborso di spese mediche e sanitarie per i neonati entro il primo anno di vita, nel limite di 250 euro/anno, a un contributo del 20% alle spese per la frequenza di asili nido per max 2 annualità, nel limite di 600 euro annui, elevati a 800 euro l’anno in caso di bambini con handicap. Inoltre, nel Pacchetto sono state aggiunte l’erogazione di un assegno di cura di 1.200 euro/anno, in caso di familiari in condizioni di non autosufficienza grave e una serie di interventi per far fronte alle spese sostenute dall’iscritto in caso di gravi eventi patologici/chirurgici non previsti dal Piano Sanitario vigente, nella misura massima di 30.000 euro per evento.

Le prestazioni, erogate direttamente dalla Cassa senza l’ausilio della Centrale Operativa, comportano un importante impegno economico/amministrativo reso possibile, però, dai risparmi scaturiti da una attenta gestione delle risorse e dal loro reimpiego per finalità socio-sanitarie e solidaristiche. A parte i “Gravi Eventi”, difficilmente prevedibili, sono oltre 2.000 all’anno i nuovi nati dei dipendenti degli studi, con più di 4.000 fruitori di asili nido, mentre sono circa 1.000 i familiari dei dipendenti che versano in condizione di non autosufficienza economica. Per far fronte a qusto impegno, la Cassa ha deliberato lo stanziamento e l’impiego di circa 4 milioni di euro annui.
Entro breve saranno rese note sul sito www.cadiprof.it le modalità operative per l’accesso alle prestazioni previste.



il LIBERO PROFESSIONISTA la rivista ONLINE di Confprofessioni